Alfa Romeo Giulia 2012, prime anticipazioni

auto, moto, motori, solomotori, alfa romeo, alfa, alfa romeo Giulia,Giulia

Iniziano a giungere le prime anticipazione relative alla nuova Alfa Romeo Giulia, la cui commercializzazione è prevista per il 2012. La vettura, realizzata sul pianale C-Evo, sarà proposta in versione berlina a quattro porte e sportwagon. Per quanto riguarda i motori, la nuov Alfa Romeo Giulia 2012 sarà equipaggiata con propulsori derivanti dall’evoluzione dei già noti benzina MultiAir e turbodiesel Multijet, a cui verranno associati un cambio manuale o robotizzato a doppia frizione TCT. Per quanto riguarda la versione C-Evo è previsto il debutto del nuovo 3.0 Diesel Multijet JTDM da 250 cv, con tecnologia Multijet2 a cui è abbinato il Multiair. Invece, per quanto riguarda l’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio Verde il motore sarà un 3.3 TB V6 Pentastar MultiAir con iniezione diretta da 306 CV e trazione integrale Q4.

Alfa Romeo Giulia 2012, prime anticipazioniultima modifica: 2011-11-22T10:10:00+01:00da solomotori
Reposta per primo quest’articolo

8 pensieri su “Alfa Romeo Giulia 2012, prime anticipazioni

  1. Era ora! Con Alfa Romeo e Lancia, il Gruppo Fiat può davvero tentare di intaccare il dominio incontrastato dei marchi tedeschi nel settore delle vetture di media/alta gamma.
    La Giulia è davvero una bellissima automobile…speriamo che riesca a convincere i clienti più dinamici ed esigenti.

  2. Nulla da dire, belle macchine o meglio un gran passo avanti per FIAT ma rimane sempre il solito problema “LA QUALITA'”. Disegni ottimi ma le macchine mostrano una durata ed una qualità sempre di molto inferiore alle tedesche….carrozzeria, guarnizioni, scricchiloii vari ed altro. Sarebbe l’ora di impegnarsi un pò di più a fare un prodotto non solo bello ma anche duraturo….è inutile pagare le auto un pò meno delle tedesche se poi devo rimetterci di ricambi ed altro!!! Ottima tecnologia e disegni che migliorano ma cavolo cerchiamo sta benedetta QUALITA’ una volta per tutte!

  3. Contrastare il dominio delle tedesche????
    L’impresa non è affatto ardua visto che designer italiani famosissimi come: Pininfarina, Bertone, Giugiaro ecc. , sono richiesti ed apprezzati anche dagli stessi tedeschi!
    Il problema nasce quando incontriamo un vocabolo che per anni ci ha contraddistinto nel mondo e che ora non entra più nei nostri preconcetti: Qualità!
    Penso che almeno l’80 percento degli italiani patentati ha posseduto almeno una volta un’autovettura del gruppo FIAT;
    beh… diciamola tutta!
    E’ un’auto, indipendentemente dal modello, che pecca di scarsa qualità.
    Non per la cura dei dettagli o la scelta dei materiali ma proprio per la durata del prodotto stesso!
    Le strade italiane non sono un tappeto di velluto ma bensì un vero e prorpio banco di prova per sospensioni, giunture e parti in plastica avvitate come cruscotto paraurti ecc.
    Paradossalmente, ci si aspetta che una FIAT sapesse affrontare al meglio le insidie del manto stradale e invece è proprio l’auto che, dopo un breve periodo di vita, inizia a dare concerti di rumori vari siano essi provenienti dall’abitacolo o addirittura da particolari esterni.
    Le tedesche, anche dopo un lunghissimo periodo di vita, danno sempre l’impressione che tutto sia a posto: braccetti, ammortizzatori e interni che non accennano a nessun rumore fastidioso.
    Lo sterzo di una FIAT, dopo quattro anni, diventa un giocattolo incontrollabile e le sospensioni sembrano portarti sempre fuori traiettoria… si ha quella famosa sensazione di NON SICUREZZA!!!
    Forse la cosa che i tedeschi dovrebbero imparare da noi sono proprio i motori.
    Il JTD, il MultiJet ed infine il MultiAir sono motori eccellenti per durata, emissioni e consumi;
    ma cosa te ne fai del motore quando la carrozza è praticamente sfasciata?
    Forse l’auto perfetta, al momento, penso che sia proprio la OPEL: manifattura e qualità tedesca con un motore tutto italiano (escluso i benzina)!
    Con l’avvento della nuova THEMA (o 300C ristilizzata) con motore 3 litri diesel MTJ e i futuri nuovi arrivi Alfa, che adotteranno motorizzazioni simili, si ha l’impressione che forse stiamo incominciando a perdere terreno anche sul SAPER FARE motori!!!
    Secondo voi, è mai possibile che un 3000 diesel debba spingere una carrozza che sfiora le 2t di peso con solo 250cv?
    Ma i progettisti FIAT hanno saputo che la BMW ha motori che adottano la tecnologia Common-rail dove un banale 2 litri diesel arriva ad erogare ben 204 cv???
    Pensate un pò i 3 litri???
    Ma dai!!!
    La FIAT è un’azienda propensa alle figuracce… soprattutto con le c…..te che ci vende!!!!

  4. il problema non è la qualità (ottima peraltro) delle auto italiane ma siamo noi stessi cronicamente malati di esterofilia (ed oggi ne stiamo iniziando a pagare le spese: vedi spread e debito pubblico). ricordatevi che un’auto ridicola come la smart ( nata oltretutto con progetto sbagliato perchè capotava come la classe a) è stata tenuta in produzione solo per noi (all’estero se ne vede qualcuna solo in germania) e le rover prima di fallire si vendevano solo in Italia. chi abbia ancora dei dubbi dia uno sguardo al nostro campionato di calcio dove giocano più stranieri che italiani (e , con 4 mondiali vinti , quanto a “qualità” siamo secondi solo al brasile)

  5. Non sarà certamente questa la nuova Giulia! Troppo brutta per essere un’Alfa, ma per favore! Non sono un alfista “integralista”, ma ho posseduto con molta soddisfazione una 166 e sono passato alla concorrenza a malincuore, perchè quella 166 mi aveva davvero conquistato e al momento di sostituirla, ormai nel lontano 2004, con una Jaguar, ho sofferto! Mi piange il cuore vedere l’Alfa ridotta a vendere solo Mito e Giulietta! Dove sono gli altri modelli che l’Alfa Romeo merita di avere?

Lascia un commento