Da Bridgestone la gomma che non si buca

bridgeston_rft.jpg

Bridgestone presenta Rf, il pneumatico che non si buca e progettato per poter viaggiare anche a pressione zero cioè completamente sgonfio. Nato nel 1987 lo pneumatico Bridgestone RF, Run Flat, è migliorato nel tempo per durata e comfort di marcia. Adesso si è giunti alla terza generazione, raggiungendo maturità e alzando ulteriormente la soglia di sicurezza. Lo pneumatico Bridgestone RF, anche se a terra in seguito ad una foratura, permette all’auto di proseguire senza problemi per altri 80 km. L’unica vincolo è rispettare la velocità massima di 80 orari e il controllo da parte del guidatore, rimane agevole in tutte le condizioni grazie all’uso di tecnologie e materiali innovativi. Vediamo però come funzionano le Bridgestone RF: quando la pressione di gonfiaggio crolla, per una foratura, i fianchi del pneumatico si afflosciano e i bordi metallici dei cerchi ruota riversano sui fianchi stessi il peso della vettura. Una condizione che provoca il surriscaldamento e la lacerazione dei materiali, con la fuoriuscita della gomma dal cerchio. Le Bridgestone RF, a differenza dei comuni pneumatici, il NanoPro-Tech, un composto chimico, impedisce il surriscaldamento della mescola gommosa. Ad alzare la soglia di sicurezza delle Bridgestone RF, ci pensa l’inedito sistema di alette di raffreddamento Cool Fin, intagliate ai lati del battistrada. Altro elemento molto importante per la sicurezza è la particolare architettura con cui è stata realizzata la gomma, impedisce lo “stallonamento” e offre un comfort di marcia superiore rispetto ai precedenti pneumatici antiforatura.

 

Da Bridgestone la gomma che non si bucaultima modifica: 2009-06-13T14:51:00+02:00da solomotori

Lascia un commento